Nota sull’autrice

 

Nota sull’Autrice

 

Silvana Cossu nasce a Bosa (Or) nel 1963 e da parecchi anni vive in un paese dell’hinterland cagliaritano dove insegna in una Scuola Primaria. Come poeta ha partecipato a diversi concorsi, ottenendo sempre risultati apprezzabili. Nel gennaio del 2005 ha pubblicato la sua prima raccolta di poesie “All’ombra di conchiglie”. Nel maggio del 2012, con la raccolta poetica “L’Isola che c’è”, risulta vincitrice del Concorso Nazionale di Poesia “Versi per un Territorio”, indetto dalla GBE/ Ginevra Bentivoglio Editoria con il patrocinio del Comune di Roma. L’ultima raccolta di poesie, “Il Mare è Femmina” è del 2018 ed è stato autopubblicato.

 

Silvana diventa disegnatrice “per caso”, quando, nell’autunno del 2015 “nasce” Bianca che viene protetta da copyright nell’aprile del 2016. In questi due anni vengono prodotte circa 30 tavole, accompagnate spesso da brevi testi in prosa e poesie, più un numero imprecisato di vignette con i “Pensierini di Bianca”. Questo personaggio che ha le fattezze di una bimba di cinque anni, senza alcuna definizione fisica, inizia a farsi conoscere in tutta Italia attraverso il web, col sito www.lafilosofiadibianca.com , la pagina face book e instagram. Nell’ottobre del 2017 vengono pubblicati da “STAMPA” i primi due libri della nascente collana “Le storie di Bianca”.

 

Raccolte poetiche

All’Ombra di Conchiglie 

Anno 2005

 

SdS ( Scrittori della Sardegna)

 

” La dimensione dell’Ombra è un fluire ininterrotto di approdi e partenze che ci spinge a percorrere e ri-percorrere i sentieri dell’anima. Il senso di questo cammino è come un viaggio per mare. Nella memoria e nella nostalgia, nel fascino e nella mutevolezza verso ciò che costantemente ci sfugge. Verso il suo oltre “.

 

L’isola che c’è   


Anno 2012

 

” Il presente piccolo volume poetico contiene una raccolta di versi risultata vincitrice, all’unanimità del Concorso Nazionale di Poesia Versi per un Territorio indetto dalla GBE/Ginevra Bentivoglio EditoriA con il patrocinio del Comune di Roma.

 

L’autrice Maria Silvana Cossu ha in tal caso convinto la giuria del Concorso per la sua istintiva capacità di narrare molteplici luoghi e molteplici suggestioni, facendo di un’isola un piccolo “ Arcipelago ” di poesie. L’isola di cui si parla è la Sardegna, terra che in questo contesto fa da stimolo, con i suoi mari, i suoi, vènti e la sua autentica dimensione poetica, per la ricerca di nuove rotte, intime e condivisibili, lungo le quali possiamo solcare in una dimensione intima e senza tempo “.

 

Il Mare è Femmina

anno 2018    Autopubblicazione

 

La collana di “Le storie di Bianca”

Lei è Bianca

La Bambina dei sogni